Exodus Stage

Gli echi della migrazione

“I gruppi umani attraversano i confini da sempre: siamo migranti da due milioni di anni”
Telmo Pievani, filosofo, evoluzionista

“Exodus: Gli echi della migrazione”, è la rassegna di solo concert che si svolge dal 2016 all’interno del Festival ponendosi come momento di riflessione, non solo sonora, su una delle problematiche cruciali della società occidentale: il flusso migratorio, ormai inarrestabile, che spinge migliaia e migliaia di persone a fuggire da paesi disastrati. Una migrazione resa ancor più drammatica e attuale dalla Guerra nel cuore d’Europa.

La musica jazz – frutto di una lunga e sofferta migrazione, dell’incontro di differenti comunità e culture – è da sempre sensibile a questa tematica e continua ancora ad essere un potente strumento per diffondere un messaggio di pace e solidarietà oggi più che mai indispensabile.

SCOPRI IL PROGRAMMA