Plastic Free e la filosofia zero waste di Fano Jazz By The Sea

di Emanuele Fortino

Fano Jazz By The Sea come ogni anno rinnova il suo impegno nella realizzazione di una manifestazione zero waste limitando al massimo l’utilizzo di plastiche monouso. In un momento di crisi ambientale come quello che stiamo vivendo non possiamo più voltarci dall’altra parte di fronte ad emergenze come quelle dell’inquinamento causato dalle microplastiche. We take a stand – prendiamo posizione  adottando abitudini eco-sostenibili per invertire questa drammatica rotta.

La plastica che ingeriamo

Da una recente ricerca condotta dall’Università di Newcastle in Australia su commissione del WWF è emerso che piccolissime, ma non per questo innocue, particelle di plastica sono onnipresenti. Le troviamo nella gran parte di alimenti che consumiamo quotidianamente, nell’aria che respiriamo, le assumiamo nell’acqua che beviamo sia attraverso le bottiglie di plastica che quella che fruiamo dai rubinetti, in quanto la microplastica è presente in tutte le acque del mondo dal mare alle falde.

Secondo lo studio come riportato anche da un articolo de Il Sole 24 Ore, ingeriamo fino a 2.000 minuscoli frammenti a settimana che corrispondono a circa 5 grammi, l’equivalente di una carta di credito, in media sono oltre 250 grammi l’anno. Inevitabilmente dunque la plastica finisce anche nella nostra dieta: frutti di mare, birra e sale sono gli alimenti con i più alti livelli registrati.

Come invertire la rotta?

Per ridurre il consumo e quindi l’abuso della plastica usa e getta è necessario che tutti gli attori sociali facciano la loro parte. Istituzioni, imprese e cittadini devono collaborare affinchè si possano raggiungere risultati soddisfacenti: i governi dovrebbero investire in politiche di gestione e riciclo di rifiuti sempre più efficienti anche con l’aiuto della tecnologia. Impegnandosi nel raggiungimento dell’obiettivo prefissato dalla direttiva UE sull’abolizione del consumo di plastica monouso entro il 2021.

Le imprese dovrebbero preoccuparsi di adoperare nuove strategie aziendali con una vision più sensibile verso i temi ambientali. Ma la vera sfida passa attraverso una presa di coscienza collettiva ed una rivoluzione nelle abitudini quotidiane della cittadinanza. Modificare le proprie abitudini significa ad esempio fare spesa intelligente sostituendo la plastica con materiale compostabile nei nostri carrelli al supermercato. Significa premiare negozi alla spina facendoli diventare punti di riferimento per i nostri acquisti. significa riempire le bottiglie di vetro con l’acqua della fontana comunale riducendo il consumo delle bottiglie di plastica.

Attraverso un consumo critico è possibile modificare l’offerta in una direzione più virtuosa. Ognuno di noi se fa la sua parte con delle piccole azioni può contribuire in maniera decisiva allo sviluppo di una società plastic free.

Un Festival Plastic Free

Da diversi anni Fano Jazz By The Sea sposa la causa della sostenibilità ambientale e nella 27° edizione rimarcherà con ancor più forza il concept legato all’ecologia. Qui sarà possibile prendere attivamente parte ad alcune delle azioni sopracitate. Ci proponiamo infatti di realizzare un festival che riduca al massimo l’impatto della plastica sull’ambiente; a partire dalla ristorazione in cui verranno bandite posate e stoviglie di plastica. Al loro posto verranno utilizzate posate e stoviglie mater-bio in vetro e ceramica.

Verranno  installati i dispenser che sfruttano l’acqua dell’acquedotto comunale che andranno a riempire i bicchieri a marchio Green Jazz. Gli allestimenti, il palco, le sedie e i tavoli sono composti da materiale biodegradabile grazie al riciclaggio e riuso dei rifiuti. Anche gli strumenti musicali sono realizzati con materiale  riciclato. Il lavoro di differenziazione dei rifiuti verrà minuziosamente effettuato da un gruppo di giovani volontari ambientalisti del territorio. All’ingresso della Rocca Malatestiana sarà presente un’installazione artistica: un contenitore costruito con fili metallici la cui forma comporrà la scritta “Plastic Free” dove verranno raccolti i rifiuti di plastica accumulati durante l’intero arco del Festival.  

Fano Jazz By The Sea  non rimane indifferente. Il nostro motto è TAKE A STAND, perché abbiamo deciso di prendere una posizione nella speranza che la nostra iniziativa iniziativa possa diffondere una maggiore sensibilità riguardo la salute dell’ecosistema.