Main Stage: l’anima di Fano Jazz By The Sea 2020

Il Main Stage è il “luogo”, prima ancora che il palcoscenico, dove si incontrano artisti di assoluto rilievo internazionale, il meglio del jazz mondiale, testimoni e nel medesimo tempo artefici di una musica in costante movimento, in continua trasformazione, memore del suo glorioso passato e nel contempo con i piedi ben saldi nel presente e lo sguardo proteso verso il futuro. Una musica dalle molte anime, dove convivono tradizione, innovazione, sperimentazione e contaminazione.

Uno sguardo al Main Stage

Il Main Stage è il cuore di Fano Jazz By The Sea, tutte le sere dalle 21.15 la Rocca Malatestiana diventa protagonista delle esibizioni dei musicisti e compositori più importanti della 28ª edizione. Peculiarità del 2020 sarà la rosa di artisti italiani, fatta salva un’unica eccezione, che animeranno nuovamente la città di Fano dal 24 al 31 Luglio. Il Main Stage sarà caratterizzato dalla sperimentazione, senza dimenticare le origini ed il passato, ma con un occhio di riguardo per il futuro: il jazz incontrerà diversi generi in inaspettate commistioni per coinvolgere e far emozionare il pubblico. 

I musicisti del Main Stage

Fano Jazz By The Sea ritrova dopo lungo tempo Rosario Giuliani che inaugurerà il Main Stage con “Love in Translation”. L’appuntamento è previsto per venerdì 24 luglio. Il sassofonista propone un repertorio forte nei sentimenti, ma mai “sentimentale”: lirismo e grinta si sposano peraltro da sempre nel suo fluido fraseggio.

Paolo Fresu rinnova la sua partecipazione a Fano Jazz By The Sea, in questa edizione in coppia con il marchigiano Daniele Di Bonaventura. Il loro dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria omaggia il Mediterraneo e la musica sudamericana, come testimoniano concerti ed album. Si esibiranno il 25 presso la Rocca Malatestiana.

Con Enzo Favata “The Crossing” si entra in contatto con un caleidoscopio di suoni e stili musicali dalle molteplici forme. Vi invitiamo a scoprire la band composta da Enzo Favata al sax soprano, Pasquale Mirra alla marimba midi, samplers e live electronics, Rosa Brunello al basso elettrico, synth, live electronics e Marco Frattini alla batteria e live electronics domenica 26 luglio, per sperimentare una commistione di minimalismo, space rock, jazz contemporaneo, musica elettronica e world jazz.
Antonello Salis e Simone Zanchini sono simbolo di irriverenza, un duo difficilmente definibile e sempre aperto alle contaminazioni. La possibilità di scambiarsi continuamente i ruoli e di valorizzare appieno le possibilità timbrico-dinamiche dei rispettivi strumenti crea un flusso di energia continuo, ispirato e creativo. Il duo di fisarmonicisti salirà sul palco il 27 luglio.

Gianluca Petrella, vero specialista del trombone con numerose collaborazioni internazionali alle spalle, il 28 luglio presenterà “Cosmic Renaissance” accompagnato dalla sua band, un progetto ispirato alla musica di Sun Ra e all’immaginario afro-futurista.

Il 29 luglio presso la Rocca Malatestiana si esibiranno Fabrizio Bosso e Luciano Biondini, rispettivamente alla tromba e alla fisarmonica. Il duo si concentra sull’estetica del jazz, la libera improvvisazione e le influenze mediterranee. Durante i momenti d’improvvisazione avviene un coinvolgente momento di scambio musicale ed emotivo.

Michael League – Bill Laurance Duo sarà l’unica eccezione internazionale in programma a Fano Jazz By The Sea 2020 il 30 luglio. Forti di una lunga collaborazione, i due membri degli Snarky Puppy preannunciano atmosfere soft e cameristiche, promettendo di coinvolgere il pubblico in un dialogo intimo e ricco di sfumature.

Chiuderanno la 28ª edizione del festival il 31 luglio gli Aires Tango, quartetto che sviluppa un percorso musicale collettivo partendo dalle radici argentine di Javier Girotto e che esprime la propria vicinanza alle tematiche sociali e storiche del Paese.

Biglietti Main Stage e Modalità di Accesso

Per accedere ai concerti Main Stage è possibile acquistare i biglietti online su Liveticket oppure nei punti vendita della tua città. Per ulteriori informazioni sui biglietti clicca qui, oppure consulta il regolamento spettatori.



Articolo di Giulia Andreani, Elisa Broccoli e Silvia Dal Sasso